Elio e le Storie Tese


 
     
 

Cantanti - Elio e le Storie Tese

Elio e le Storie Tese (talvolta abbreviato in EELST) è un gruppo musicale italiano di Milano, fondato da Stefano Belisari (in arte Elio) nel 1980.

Il gruppo ha conosciuto, nel tempo, una popolarità sempre crescente, alimentata prima dalla circolazione di registrazioni bootleg dei loro spettacoli in locali come il Magia Music Meeting e lo Zelig di Milano, poi dalla pubblicazione dei primi album e dalle numerose comparse in televisione (Lupo solitario e L'araba fenice su Italia 1, al seguito della Gialappa's band in Mai dire gol o di Claudio Bisio a Zelig).

Apprezzati e conosciuti particolarmente da un pubblico giovanile, nel 1996 salgono alla ribalta internazionale arrivando secondi al Festival di Sanremo con La terra dei cachi. Nel 1999 ricevono a Dublino il premio come best italian act agli European Music Awards di MTV e nel 2003 il premio "miglior videoclip" agli Italian Music Awards della FIMI. Tutti i loro album sono diventati disco d'oro in Italia.

Attualmente, Elio e compagni sono anche presenti in radio: assieme al deejay Linus (alias "Pasquale") conducono, su Radio Deejay, un appuntamento radiofonico settimanale dal titolo Cordialmente Gran Varietà.







Lo stile
"Gli" Elio e le storie tese (per usare la loro dizione) sono generalmente classificati come rock demenziale, definizione che loro stessi rifuggono proprio per evitare paragoni con gruppi come gli Skiantos. I testi dei loro brani utilizzano ampiamente espressioni gergali, umorismo e nonsense, passando dal calembour a sfondo sessuale e la scurrilità "gratuita", fino a livelli di surrealismo e decostruzione linguistica che possono, a tratti, ricordare persino l'avanguardia, il dadaismo o il futurismo.

La musica che accompagna i testi è fondata su un eclettismo a tutto campo, che si nutre di ogni genere musicale e lo trasforma o lo contamina nei modi più rocamboleschi. Senza una reale soluzione di continuità, gli EELST spaziano dal rock duro (Rock'n'roll, Omosessualità, Urna) al blues (La saga di Addolorato, Puliletti Blues) al reggae (Abbecedario) al twist (Noi siamo i giovani) alla canzone italiana (Uomini col borsello, (Gomito a gomito con) l'Aborto) e folk (La cunesiùn del pulpacc) alla musica da discoteca (Discomusic, Pipppero) al latino-americano (El pube) alla contaminazione di brani classici (You), includendo la parodia di specifici autori (per esempio di Ligabue in Bis, degli 883 in Shpalman, del Quartetto Cetra in Nella vecchia azienda agricola, dei Pink Floyd in La follia della donna).

L'originalità del messaggio musicale che nasce da questo "gran banchetto" della musica leggera e non, e il suo trascendere da ogni schema, fa si che gli EELST siano, da taluni, considerati un gruppo di rock progressivo nel senso più proprio del termine. Loro stessi preferiscono una definizione che si sono coniati da soli, ovvero "Musica Per Sognare". Elio e le Storie Tese non hanno mai fatto segreto di essersi ampiamente ispirati nello spirito e nella commistione di generi musicali a Frank Zappa.


La formazione attuale
Stefano Belisari (30 luglio 1961) alias Elio - voce solista, chitarra, flauto traverso
Nicola Fasani (7 aprile 1965) alias Faso - basso elettrico, cori
Davide Civaschi (22 gennaio 1962) alias Cesareo - chitarra, cori
Sergio Conforti (13 febbraio 1964) alias Confo/Rocco Tanica, Carambola (2003), Nuovo Boosta (2004) e attualmente Luigi Calimero (2005) - voce, tastiera, drum machine
Christian Meyer (27 gennaio 1963) alias Meyer, Millefinestre, Avates - batteria, percussioni
Paolo Panigada (12 luglio 1962 - 23 dicembre 1998) alias Feiez - voce, sassofono, percussioni, basso elettrico, chitarra
Antonello Aguzzi (6 dicembre 1959) alias Jantoman, poi Santoman, poi Inumano, attualmente Uomo - tastiera, cori
Luca Mangoni (26 marzo 1961) alias Mangoni, "Dottor Stramangone" "MC Mangoni" - coreografie, voci, cori. È considerato un membro "non ufficiale" del gruppo (di qui un altro suo alias: "Artista a Parte"). Amico di lunga data di Elio, a Luca Mangoni viene sovente giustapposto il titolo di "Architetto" (la sua reale professione).


Le origini
Il primo nucleo di Elio e le storie tese si formò al Liceo Einstein di Milano fra il 1975 e il 1980. Nella stessa classe erano iscritti Elio (Belisari), Luca Mangoni e Marco Conforti (fratello di Sergio e attuale manager del gruppo). La prima formazione esordì in un concerto del luglio 1980 alla festa del CAF San Siro, davanti a un pubblico di una decina di pensionati: Elio alla chitarra e alla voce, "Cortellino" al basso e "Zuffellato" alla batteria.

A Cortellino succedettero negli anni successivi prima "Chiosco" e poi "Scaffale"; la batteria passò a "Cosma" per poi essere sostituita dalla Drumulator del tastierista (e batterista elettrico) Rocco Tanica, unitosi a Elio nel 1982.

Nel 1983 fece il suo ingresso nel gruppo una delle migliori chitarre rock del panorama milanese, "Cesareo". Elio poté abbandonare la chitarra e concentrarsi sui ruoli di cantante e front-man, di quando in quando esibendosi anche in passaggi col flauto traverso. Sempre nel 1983 fece le sue prime apparizioni "Faso", che nel 1985 divenne membro stabile del gruppo, ed entrò a far parte dello staff l'amico "Grussu", prima in qualità di presentatore e affiancatore nei numeri da avanspettacolo che aprivano i primi concerti e poi nelle vesti di manager tuttofare nel periodo tra il 1986 ed il 1989.

Fra il 1985 e il 1986 Elio e le storie tese si esibirono in una serie di storici concerti in locali milanesi come il Magia Music Meeting e lo Zelig. Di questi spettacoli furono realizzate registrazioni pirata su cassetta che ebbero una straordinaria diffusione soprattutto presso gli adolescenti di Milano e del Nord Italia. Risalgono a quest'epoca un grande numero di brani che anni dopo, pubblicati per la prima volta in un vero album, sarebbero stati salutati dal pubblico come "vecchi classici": Cara ti amo, John Holmes, Silos, Urna, Cateto e altri. Nel 1987 fu registrata un'altra memorabile esibizione, che circolò in bootleg col nome Live in Borgomanero. A questo periodo risalgono anche le prime canzoni pubblicate ufficialmente (Abbecedario, Silos e Pork e Cindy), contenute in compilation collegate a manifestazioni per la promozione di nuovi gruppi emergenti del milanese.



L'arrivo di Feiez e i primi album
Fra il 1987 e il 1988 Elio e le storie tese fecero le prime apparizioni in televisione, nelle trasmissioni Lupo Solitario e L'Araba Fenice. Nel 1988 il gruppo si arricchì di due nuovi elementi: "Meyer" alla batteria e il polistrumentista "Feiez" (voce, percussioni, sassofono, chitarra). Con questa formazione Elio e le storie tese debuttarono con il loro primo album Elio Samaga Hukapan Kariyana Turu, che vendette oltre 100000 copie appena uscito. L'album, prodotto da Claudio Dentes ribattezzato per l'occasione Otar Bolivecic, comprendeva molti brani "classici" del gruppo, già noti al "pubblico delle registrazioni pirata".

L'incisione stereofonica su CD, tuttavia, rivelò per la prima volta a molti fan il notevole livello tecnico delle performance del gruppo. L'album si apre con un dialogo fra i membri del gruppo, con le voci contraffatte da un octaver per sembrare quelle di un gruppo di ragazzini delle medie; espediente attraverso cui introdurre uno dei temi più cari agli EELST, la mitologia e il linguaggio degli adolescenti ("figu", "sbiancata", "tua prinz", "sparaci i deep") ma anche, forse, omaggio all'apertura dell'album Mono Tono degli Skiantos, in cui si sente una voce analogamente contraffatta che dice: "ho delle storie, ragazzi, ho delle storie pese" (si noti che le storie sono "pese" e non "tese").

Nella primavera dell'anno successivo (1990), Elio e le storie tese per la prima volta si posero in relazione con il Festival di Sanremo, suonando durante il loro tour e nel "controfestival" la parodia di diversi brani sanremesi, tra cui Ameri (da Gli amori di Toto Cutugno). Sempre nello stesso periodo scrissero un'altra parodia, Arriva Clistere, sulla musica di Arriva Cristina di Cristina D'Avena. Alcuni di questi brani parodistici furono presentati nelle trasmissioni Tam tam village e Banane, ma non fu possibile pubblicarli su album a causa del mancato consenso degli autori delle canzoni parodiate.

Per lo stesso motivo fu ritirato dal mercato il maxi-single Sveliatevi contenente, oltre a Giocatore mondiale (con Pierangelo Bertoli), il brano incriminato Born to Be Abramo, medley di Resta Cu'mme, di Resta con noi Signore la sera, di Esci dalla tua terra, di You make me feel e di Born to Be Alive di Patrick Hernandez. Il brano sarà ripubblicato nel 1997 con l'appoggio e la collaborazione artistica dello stesso Hernandez. A causa di queste defezioni e delle ostilità incontrate, il mini album natalizio The Los Sri Lanka Parakramabahu Brothers featuring Elio e le Storie Tese appare più come un volutamente svogliato adempimento contrattuale verso la casa discografica, piuttosto che un progetto musicale di senso compiuto.

Fra gli altri avvenimenti di questo anno piuttosto ricco per EELST possiamo ricordare il celebre concerto al Teatro dell'Elfo di Milano, in cui il gruppo si esibisce in 12 ore non stop di variazioni sul tema di Ti amo. Nel 1991, ancora Ti amo, suonata al Concerto del Primo Maggio, venne trasmessa anche sulla RAI, sebbene in forma censurata; l'evento fu in seguito proposto col nome Sabbiature nel CD single Pipppero.



Ascesa mediatica
Nel 1992 il gruppo entrò in una nuova fase, pubblicando il singolo Pipppero, che fu proposto frequentemente da tutte le radio principali, e che fu seguito dall'album Italyan, Rum Casusu Çikti, in cui compare ancora qualche brano dell'epoca "del Magia", insieme a molto materiale nuovo. Il successo di quest'album superò quello dell'album di esordio.

Oltre a Pipppero, anche Servi della gleba venne frequentemente proposta in radio, e altri brani nuovi come Il vitello dai piedi di balsa o Essere donna oggi divennero rapidamente famosi. Oltre ai numerosi ospiti (tra gli altri Claudio Bisio, Riccardo Fogli, Diego Abatantuono e Enrico Ruggeri), nell'album apparve anche "Mangoni", ex compagno di scuola di Elio, architetto e padre di famiglia, che da allora sarebbe diventato al contempo una mascotte e un'icona del gruppo, diventandone una sorta di "membro ad honorem", principalmente incaricato di vestire i panni (con la voce nelle incisioni, oppure di persona, e talvolta in costume, sulla scena) dei numerosi personaggi dell'immaginario di Elio (da Supergiovane al narratore della Vendetta del Fantasma Formaggino).

Nell'ottobre del 1993 fu pubblicato Esco dal mio corpo e ho molta paura che nacque dalle richieste dei fan della prima ora che volevano riascoltare brani mai pubblicati e risalenti all'epoca del "Magia". Elio e le Storie Tese li accontentarono eseguendo una sorta di live in studio e mantenendo di proposito gli arrangiamenti "originali" dei loro esordi. Su questo album appare anche Amico uligano, già sigla di Mai dire gol l'anno precedente. Nel dicembre dello stesso anno iniziò ad andare in onda su Radio Deejay la trasmissione radiofonica Cordialmente pista di lancio.

Nel 1994 il gruppo proseguì la collaborazione con la Gialappa's, realizzando la sigla anche di Mai dire mondiali, con il CD single Nessuno allo stadio. Parte dell'anno fu poi impegnata in un tour nazionale, il "Playmobil tour". Nel 1995 i membri del gruppo diedero vita a un progetto musicale parallelo, ispirato all'opera dei Weather Report: la Biba band. A fine anno produssero per Radio Deejay il singolo natalizio Christmas with the Yours, tradizione che sarebbe poi stata rinnovata ogni anno.



Sanremo
Nel 1996 Elio e le storie tese parteciparono al Festival della canzone italiana di Sanremo con il brano La terra dei cachi. Il brano, decisamente al di fuori dei canoni "sanremesi", riscosse comunque un grande successo di pubblico e di critica, qualificandosi al secondo posto (e, per una parte del pubblico, essendo moralmente vincitore; si dice anche che i Carabinieri abbiano in seguito comunicato agli Elio e le storie tese, ufficiosamente, che "in realtà" erano arrivati primi). Il 28 marzo dello stesso anno usciva Eat the Phikis, che vende oltre 200000 copie; oltre a La terra dei cachi includeva numerosi altri brani destinati a essere ricordati e suonati a lungo live, primo fra tutti Tapparella. All'uscita di questo album seguirono la partecipazione al concerto del Primo Maggio per la festa del lavoro e il tour nazionale ("Uollano tour").

Nell'estate del 1996 il gruppo sardo dei Tenores di Neoneli pubblicò l'album Terra nostra, prodotto da Elio e compagni, in cui compariva una versione in sardo de La terra dei cachi.

Nel 1997 fu pubblicata la raccolta Del meglio del nostro meglio vol.1 , in realtà contenente diversi inediti e classificata come "album" (e non come compilation) nella discografia ufficiale di EELST. Il 1998 si aprì con un mini tour negli U.S.A. accompagnato dalla pubblicazione dell'album promozionale E.L.I.O. - The Artists Formerly Known As Elio e le Storie Tese, contenente gran parte dei loro successi cantati in inglese, e proseguì con un lungo tour in giro per l'Italia. Nello stesso anno uscì invece Peerla, raccolta di brani inediti realizzati negli anni precedenti (per esempio sigle di Mai dire gol come Balla coi barlafüs, la parodia di Time Warp da Rocky Horror Picture Show).

Nel dicembre del 1998, durante un concerto della Biba band, moriva tragicamente il sassofonista Feiez, stroncato da una emorragia cerebrale.



Dopo Feiez, fino a oggi
Negli anni successivi gli EELST ridussero le loro apparizioni e la loro produzione. Nel 1999 il gruppo acquisì un nuovo elemento, seppure non incluso nella formazione ufficiale: "Jantoman", in seguito semplicemente "Uomo"; il suo ruolo è quello di gestire, insieme a Rocco Tanica, tastiere ed equipaggiamenti tecnologici (in particolare nelle esibizioni dal vivo). Nello stesso anno il gruppo ricevette il premio come best italian act agli European Music Awards di MTV; e ancora nel 1999 fu pubblicato Craccracriccrecr. Nel 2000 uscì il singolo celebrativo degli europei di calcio, La gente vuole il gol. Nel 2001 fu pubblicato l'album dal vivo Made in Japan (Live at Parco Capello), che raccoglieva incisioni fatte in numerose città d'Italia dal 1996 al 1999 (anche con Feiez).

L'album in studio successivo, Cicciput, uscì quattro anni dopo il precedente Craccracriccrecr, nel 2003. Questo album segnò una sorta di rinascita del gruppo, che entrava in una nuova fase creativa non solo da un punto di vista musicale. Il gruppo ricevette anche il premio come miglior videoclip agli Italian Music Awards della FIMI. Nel 2004, durante il tour di Cicciput, prese forma l'idea del CD brulé: la prima ora di ogni concerto, registrata e masterizzata in tempo reale dallo staff tecnico degli EELST, viene messa in vendita direttamente all'uscita.

L'iniziativa era chiamata anche Ho fatto due etti e mezzo, lascio? e portò alla pubblicazione, nel 2004, della raccolta di brani dal vivo: Il meglio di Ho fatto due etti e mezzo, lascio?. Il 2004 ha visto EELST in qualità di "scrittori" con la pubblicazione di Animali Spiaccicati e di Storie Centimetropolitane (quest'ultima una raccolta di fiabe surreali firmate dal solo Elio), e di attori nel film Natale a casa deejay: a Christmas Carol, per la colonna sonora del quale hanno realizzato il brano Natale allo zenzero. Sempre da quest'anno dal sito ufficiale, rinnovato graficamente e nei contenuti, è possibile scaricare tutta la loro discografia in formato mp3, comprensiva di tutti i CD brulé pubblicati, previo il pagamento di una quota - abbonamento (trimestrale o annuale) "a forfait".

Nel 2005 gli EELST continuano a muoversi in tour e prosegue l'iniziativa dei CD brulé (ribattezzata Grazie per la splendida serata ed in seguito Qualità Oro). L'idea viene ulteriormente ampliata: al concerto di Castellazzo di Bollate (21 luglio) viene messo in vendita all'uscita addirittura il DVD con il video del concerto; inoltre, viene data la possibilità al pubblico di scaricare a pagamento i concerti su chiavetta USB come alternativa (più economica) all'acquisto del CD brulé. Come per l'anno precedente viene realizzata una raccolta, Il meglio di "Grazie per la splendida serata", contenente una selezione dei brani dal vivo cantati nei CD Brulè del 2005.

Il 28 febbraio 2006 Elio e le Storie Tese hanno lanciato (sul web) il nuovo singolo Valzer transgenico, spacciandolo come canzone esclusa dal Festival della Canzone Italiana 2006 che si tiene in quei giorni a Sanremo. Prestano inoltre le loro voci per il doppiaggio del film danese Terkel, uscito nell'aprile 2006, di cui riadattano la colonna sonora per la versione italiana: il singolo Banane Giganti (pubblicato solo sul web con lo pseudonimo I Los The Peparors) è la prima canzone interamente cantata da Faso. Tra i doppiatori del film c'è anche il comico-attore Claudio Bisio, con il quale sono andati in tour per 20 date con lo spettacolo-concerto "Coési se vi pare" (a partire dal 28 giugno 2006).

Da notare che I Los The Peparors era un nome già utilizzato in precedenza dagli EELST (erano un inesistente gruppo americano degli anni '40), all'interno della miniserie "Vite Bruciacchiate", girata nel 1998 durante il loro tour negli USA, ma mandata in onda su Rai Due solo nell'autunno 2000.



Cronologia sintetica
Luglio 1980: Concerto presso il CAF di S.Siro
1982: Entra "Rocco Tanica"
1983: Entra "Cesareo"
1985: Entra "Faso"
1985-1986: Concerti al Magia e allo Zelig
1987: "Live in Borgomanero"
1987-1988: Apparizioni nei programmi televisivi "Lupo solitario" e l'"Araba Fenice".
1988: Entrano "Meyer" e "Feiez"
1989: Esce Elio samaga hukapan kariyana turu
Primavera 1990: Parodia di alcuni brani di Sanremo al controfestival e durante il loro tour. Comparse nelle trasmissioni "Tam tam village" e "Banane".
Estate 1990: Esce il singolo Sveliatevi (in 2 versioni) , contenente Giocatore mondiale" e Born to Be Abramo
Natale 1990: Esce The los Sri Lanka Parakramabahu Brothers
6 ottobre 1990: Live nonstop di 12 ore al teatro dell'Elfo di Milano
1 maggio 1991 Concerto del primo maggio trasmesso in Rai con qualche censura
1992 Esce il singolo Pipppero
1992 Esce Italyan, rum casusu çikti
Ottobre 1993: Esce Esco dal mio corpo e ho molta paura
9 dicembre 1993: Prima puntata di "Cordialmente pista di lancio
Estate 1994: In occasione dei mondiali di calcio (americani) esce il singolo Nessuno allo stadio. Segue il "Playmobil Tour".
Estate 1995: Nasce la Biba band.
Estate 1995: Nasce il FAVE CLUB.
Natale 1995: Esce per Radio Deejay il singolo Christmas with the Yours
Febbraio 1996: Seconda posizione al Festival di Sanremo
28 marzo 1996: Esce Eat the Phikis
1 maggio 1996: Concerto del Primo Maggio
16 maggio 1996: Inizia il "Uollano Tour"
Estate 1996: Esce Terra nostra dei Tenores di Neoneli
Febbraio 1997: esce per l'home video il film porno "Rocco e le Storie Tese" (2 VHS) con Rocco Siffredi e gli EelST (escluso Feiez) musicalmente e fisicamente presenti, ma mai attivi nelle scene hard del film. Nell'ambito porno questo lungometraggio è diventato ormai un cult, sebbene abbia avuto uno scarso successo commerciale.
Novembre 1997: Esce Del meglio del nostro meglio vol.1
Febbraio 1998: mini tour americano e pubblicazione di E.L.I.O. - The Artists Formerly Known As Elio e le Storie Tese
Dicembre 1998: morte di "Feiez"
1999: Premio best italian act della MTV
Giugno 1999: Esce Craccracriccrecr
Estate 2000: Esce il singolo La gente vuole il gol
2001: Esce il live Made in Japan
Maggio 2003: Esce Cicciput
2003: Premio "miglior videoclip" della FIMI
2004: Lancio dell'iniziativa CD brulè
2004: Esce il singolo Natale allo zenzero
2005: Lancio del DVD brulè per la data di Castellazzo di Bollate (MI)
Febbraio 2006: Esce il singolo Valzer Transgenico che vede anche una breve partecipazione del rapper Mondo Marcio e la collaborazione di Stefano Bollani e Mauro Negri




===Album===

---In studio
Elio Samaga Hukapan Kariyana Turu (1989)
The Los Sri Lanka Parakramabahu Brothers featuring Elio e le Storie Tese (1990, mini-album)
Italyan, Rum Casusu Çikti (1992)
Eat the Phikis (1996)
Craccracriccrecr (1999)
Cicciput (2003)

---Dal vivo
Made in Japan - Live at Parco Capello (2001)
Live at Blue Note (cd brulè promozionale, in 2 versioni, una del 2003 ed una del 2005)
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? (cd brulè in 17 differenti versioni registrate nel 2004)
Ho fatto due etti e mezzo, lascio?, Vol. 2 (cd brulè in 14 differenti versioni registrate nel 2004 e 1 nel 2005)
Ho fatto due etti e mezzo, lascio?, Vol. 3 (cd brulè in 11 differenti versioni registrate nel 2004 e 2 nel 2005)
Grazie per la splendida serata, Vol. 1 (cd brulè in 13 differenti versioni registrate nel 2005)
Grazie per la splendida serata, Vol. 2 (cd brulè in 9 differenti versioni registrate nel 2005)
Grazie per la splendida serata, Vol. 3 (cd brulè in 8 differenti versioni registrate nel 2005)
Qualità oro (cd brulè in 2 versioni: Modena del 31 dicembre 2005 e Torino del 26 marzo 2006)
Coèsi se vi pare (cd brulè registrato in occasione dell'omonimo tour con Claudio Bisio)

---Colonne sonore
Tutti gli uomini del deficiente (1999)

---Raccolte
Esco dal mio corpo e ho molta paura (Gli inediti 1979-1986) (1993, raccolta di inediti 'live' in studio)
Del meglio del nostro meglio Vol. 1 (1997, raccolta con nuove versioni dei loro successi e inediti)
E.L.I.O. - The Artists Formerly Known As Elio e le Storie Tese (1997, album promozionale molto raro che raccoglie i loro successi tradotti in inglese; ne esiste una versione differente contenuta nel cofanetto omonimo)
Peerla (1998, raccolta di inediti e delle sigle di Mai Dire Gol)
Ho fatto due etti e mezzo, lascio? - Rolling Stone Edition (2004, album promozionale allegato alla rivista Rolling Stone con 13 brani estratti dal cofanetto Il meglio di Ho fatto 2 etti e mezzo, lascio?)

---Singoli
Nubi di ieri sul nostro domani odierno (Abitudinario) (1989, promozionale)
Born to Be Abramo (Saturday Night strage) (1990, ritirato dal mercato)
Sveliatevi - Born to Be Abramo (1990, ritirato dal mercato)
Servi della gleba (1992, promozionale)
Pipppero® (1992)
Pipppero® (english version) (1992)
Not Unpreviously Unreleased'nt (1993, promozionale allegato alla rivista "Tutto")
Entra in esco dal mio corpo e ho molta paura (1993, promozionale allegato alla rivista "Comix")
(Gomito a gomito con l') Aborto (1993, promozionale)
Nessuno allo stadio (1994)
Nessuno allo stadio - Strike remix (1994)
Christmas With the Yours (1995, pubblicato con lo pseudonimo Il complesso misterioso)
T.V.U.M.D.B. - Mio cuggino (1996, promozionale)
La terra dei cachi (1996, promozionale)
La terra dei cachi - Prezioso remix (1996)
La terra dei cachi (The Rimini Tapes) (1996)
El Pube (1996, promozionale)
Born to Be Abramo (1997, promozionale)
L'eterna lotta tra il bene e il male (1998)
Presidance® (1999, promozionale)
La bella canzone di una volta (1999, promozionale)
Evviva/La visione (1999, promozionale)
Discomusic (1999, promozionale)
Bis (1999, promozionale)
La gente vuole il gol (2000, promozionale allegato alla rivista "Cuore" e inno ufficiale della Nazionale agli Europei)
Fave Club (2000, promozionale)
Che felicità (2000, promozionale)
Tapparella (2001, promozionale)
Fave strapazzate (2002, promozionale)
Shpalman® (2003)
Shpalman® (RMX 2003)
Fossi figo (2003, promozionale)
Oratorium (2004)
Valzer transgenico (2006, pubblicato solo sul web) (featuring Mondo Marcio)
Banane giganti (2006, pubblicato solo sul web con lo pseudonimo I Los The Peparors)

--Cofanetti
Le origini (1996, cofanetto contenente gli album Elio Samaga Hukapan Kariyana Turu e The Los Sri Lanka Parakramabahu Brothers featuring Elio e le Storie Tese)
E.L.I.O. - The Artists Formerly Known As Elio e le Storie Tese (1997, cofanetto promozionale molto raro contenente l'album omonimo, una VHS e una breve biografia del gruppo)
Perle ai porci (1998, cofanetto contenente gli album Elio Samaga Hukapan Kariyana Turu, Italyan, Rum Casusu Çikti, Esco dal mio corpo e ho molta paura (Gli inediti 1979-1986), Eat the Phikis e Peerla)
Il meglio di Ho fatto 2 etti e mezzo, lascio? (2004, dal vivo, cofanetto di 3 CD contenente il meglio dei primi 39 CD Brulé pubblicati durante la prima stagione)
Il meglio di Grazie per la splendida serata (2005, dal vivo, cofanetto di 3 CD contenente il meglio dei primi 28 CD Brulé pubblicati durante la seconda stagione)


--Altro
Si segnalano le compilation contenenti brani inediti o versioni differenti da quelle degli album.

Musica metropolitana (1985, compilation contenente il brano Abbecedario)
Elementi (1987, compilation contenenti i brani Silos e Pork e Cindy)
Lupo solitario (1988, compilation contenente il brano John Holmes)
Arezzo Wave 1990 (1991, compilation contenente il brano live Giocatore mondiale)
From Bulgaria With Love (1992, compilation contenente il brano Pipppero® in 2 versioni, italiana e inglese)
105 Night Express (1996, compilation contenente il brano live Servi della gleba)
UEFA Official Euro 2000 Album (2000, compilation pubblicata in concomitanza del campionato europeo di calcio 2000, contenente il brano La gente vuole il gol in versione remixata dai Rapino brothers
Olmo & Friends (2001, compilation contenente alcune canzoni suonate a Mai Dire Gol: Il ballo dell'umiltè, Non voglio fare il militare e Sei il mio cucù (live))
Interdet (2001, compilation promozionale contenente i brani live T.V.U.M.D.B. e You are what you is)
DeeJay For Christmas (2002, compilation contenente i brani Oh Happy Day, Babbo Natale 2000, Tutti pazzi x Mary Xmas (Trying To Make a Fool Of Me) e Christmas With the Yours)
Baffo Natale Compilation (2005, compilation pubblicata solo su web, contenente 6 canzoni natalizie firmate Elio e le Storie Tese, tra cui Baffo Natale, Natale allo zenzero e Fossi Christmas)
GE-2001 (2005, compilation pubblicata per raccogliere fondi per i processi seguiti ai Fatti del G8 di Genova, contenente il brano live Supergiovane)