Giorgia


 
     
 

Cantanti - Biografia Giorgia

Giorgia Todrani nasce a Roma il 26/4/71.
Cresce in una famiglia abituata a convivere con la musica. Il padre, Giulio, è leader di un gruppo soul chiamato "Io vorrei la pelle nera", gruppo con cui Giorgia quando sarà più grande si esibirà spesso cantando. All'età di 16 anni inizia a prendere lezioni di canto dal maestro tenore Luigi Rombo. Dal cantare col gruppo del padre, agli inizi degli anni novanta, Giorgia passa ad esibirsi con una sua band, la "Friend acoustic night", fino ad arrivare ad essere corista nelle tournée di Mike Francis e Zucchero.
La prima apparizione a livello nazionale avviene nel 1994 quando partecipa al festival di Sanremo nella sezione giovani classificandosi "solo" al settimo posto con E poi. I risultati commerciali furono ben diversi, il suo primo CD ufficiale vende 150.000 copie e nel giugno dello stesso anno Luciano Pavarotti la invita alla consueta edizione del Pavarotti & Friends.
Alla vigilia del Natale 1994 si esibisce con il maestro Andrea Bocelli davanti al Papa in Vaticano e con lo stesso Bocelli duetta in Vivo per lei (singolo presente in "Romanza" di A. Bocelli) nel 1995.
Spiazzando big e nuove proposte nel febbraio 1995 vince il festival di Sanremo con Come saprei che sarà contenuta nel suo secondo CD "Come Thelma & Louise" al quale seguirà un bellissimo tour teatrale.


Canzoni e Musica


Nel 1996 è ancora tempo di Sanremo ed è terzo posto con Strano il mio destino, canzone inserita poi in una raccolta di pezzi live dal titolo "Strano il mio destino, live/studio 1995/'96": terzo CD per Giorgia. Breve pausa, ma non troppa, e dopo un importante e decisivo incontro con Pino Daniele, nel settembre del 1997 esce "Mangio troppa cioccolata", disco che sforna singoli di successo e che da il via ad un tour teatrale che segna il "tutto esaurito" ogni sera. Nello stesso periodo Giorgia compare come special guest nella canzone Scirocco d'Africa contenuta nel vendutissimo disco "Dimmi cosa succede sulla terra" di Pino Daniele.

Giorgia esce un po' dalle scene, ma continua a lavorare, ed infatti, nell'aprile del 1999 arriva "Girasole", interamente prodotto da lei sotto la stretta sorveglianza di Adriano Pennino musicista napoletano collaboratore di Pino Daniele.
I testi e la musica di "Girasole" sono quasi tutti di Giorgia tranne qualche pezzo dove compaiono nomi del calibro di Diane Worren, Des'ree e Alex Baroni.
Il 1999 per Giorgia è un anno molto intenso che la terrà impegnata fino all'estate del 2000: diventa ambasciatrice per l'Unicef; è ospite di Herbie Hancock in un tour che toccherà festival di gran prestigio come Umbria Jazz, Summer festival di Lucca, Montreaux e poi Londra, Malta ecc, dove si esibirà con pezzi suoi riarrangiati e classici di Gershwin.
Nell'inverno 1999/2000 inizia il suo "Girasole tour" che, come sempre, è un successone. Nell'estate 2000, non solo duetta con Ray Charles e Lionel Richie al Summer Festival di Lucca, ma ospita in un suo concerto a Torino Michael McDonald, con il quale duetterà anche al Forum di Assago prima di uno show di Cher.
Insaziabile e mai stanca di cantare, tra luglio ed Agosto del 2000, in mezzo a mille impegni ed apparizioni, porta in giro uno spettacolo tutto nuovo: "Fai sentire la tua voce tour" sponsorizzato dalla Ericsson e da RAI Radio 2, dove Giorgia si esibisce in alcuni suoi classici ma riproponendo soprattutto pezzi di artisti internazionli come Prince, Whitney Houston, Janet Jackson, Stevie Wonder ed altri ancora.

La tappa seguente nella carriera discografica di Giorgia si chiama "Senza Ali" (2001), disco concepito in grande e realizzato come un vero progetto internazionale: registrato tra Minneapolis e Los Angeles con il fonico di Santana, negli stessi studi dove incide Madonna, e prodotto da Michael Baker, vanta la collaborazione di musicisti del calibro di Ricky Peterson (il produttore di Prince), Maurizio Fiordiliso, Stefano Senesi. Ma, soprattutto, splende ancora una volta un ospite eccezionale come Herbie Hancock, che appare nel brano "Il Mare Sconosciuto". Sempre nello stesso anno, l'artista capitolina ritorna al Festival, dove tutto è cominciato, con "Di Sole E D'Azzurro".

Nel 2002 è la volta di "Giorgia Greatest Hits, Le Cose Non Vanno Mai Come Credi", raccolte di successi con l'aggiunta di tre inediti: la superhit "Vivi Davvero", "Marzo" e una nuova versione di "E Poi". Il disco supera il mezzo milione di copie vendute, ma soprattutto prepara il terreno alla trionfale tournée che Giorgia tiene nei palasport fra novembre e dicembre 2002.
L'anno, davvero straordinario, si chiude in gloria con il duetto insieme all'ex-Boyzone Ronan Keating: la canzone è "We've Got Tonight" ed è una bella cover di un successo di Bob Seger. Ma è anche un anno segnato da una perdita lancinante: il 13 aprile muore Alex Baroni, il cantante con il quale Giorgia aveva vissuto un'intensa storia d'amore. Il 23 giugno Giorgia si esibisce, insieme a molti altri artisti, sul palco della Festa Della Musica di Roma, dedicata alla memoria di Alex.

Il 2003 si apre di nuovo all'insegna del successo, grazie alla stimolante collaborazione della cantante con il regista Ferzan Ozpetek per il bel film "La Finestra Di Fronte": Giorgia firma il tema principale "Gocce Di Memoria". Pochi mesi dopo esce il singolo "Spirito Libero", che precede la pubblicazione dell'album "Ladra Di Vento"; il successivo video del singolo "La Gatta" ospita l'arbitro di calcio Pieluigi Collina.

Nell'estate 2004, mentre Giorgia gira l'Italia cantando dal vivo, viene messo in commercio il primo DVD, intitolato "Giorgia Ladra Di Vento Live 03/04", registrato durante il concerto del 19 dicembre 2003 a Milano.

Nel giugno 2005 viene pubblicato "MTV Unplugged: Giorgia", il primo disco Unplugged (a cui fa seguito il DVD, qualche mese dopo) di un artista italiano ripreso in esclusiva da MTV, che in meno di tre mesi vende 100.000 copie, ottenendo il disco di platino. La stessa formula Unplugged, costituita da arrangiamenti inediti in chiave acustica di una selezione di brani del suo repertorio, viene mantenuta anche nel successivo, trionfale tour estivo lungo la penisola.
I primi singoli estratti dall'album, composto da 18 brani di cui 4 inediti, sono "Infinite Volte" e una straordinaria interpretazione di "I Heard It Through The Grapevine", grande classico della black music portato alla ribalta da Marvin Gaye. L'autunno di Giorgia culmina poi col Giorgia Unplugged Session 2005 che porta la popstar nelle principali città italiane dal 4 novembre al 20 dicembre 2005.