James Taylor


 
     
 

Cantanti - James Taylor

James Vernon Taylor (Boston, Massachusetts, 12 marzo 1948) è un cantante ed un chitarrista statunitense dei generi country, folk e rock.

Cresciuto nella cittadina di Chapel Hill (Carolina del Nord), vi studiò violoncello, presto preferendogli però la chitarra, ispirandosi allo stile di Woody Guthrie. Iscrittosi alla Milton Academy, incontrò Danny Kortchmar, col quale dopo il diploma formò il gruppo dei "The flying machine". Trasferitosi a New York, Taylor divenne tossicodipendente da eroina.







Nel 1968 soggiornò a Londra per la registrazione di "James Taylor", suo primo album, per la Apple records, casa discografica dei Beatles (al disco collaborarono anche Paul McCartney e George Harrison e quest'ultimo utilizzò il titolo di una canzone di Taylor - "Something in the way she moves" - per comporre la celeberrima "Something"); il disco non ebbe immediato successo. Tornato negli Stati Uniti, si esibì al Newport Folk Festival, ma poco dopo ebbe un incidente motociclistico che gli procurò fratture multiple alle mani, impedendogli di suonare per diversi mesi.

Nel 1970, con l'uscita di "Sweet Baby James" raggiunse l'attenzione del grande pubblico, particolarmente con il brano "Fire and Rain", ed il successo provocò la "riscoperta" dell'album precedente (e del brano "Carolina in My Mind"). Il settimanale Times gli dedicò la copertina e si cominciò a parlare di questa nuova corrente crepuscolare e soggettivista di cui Taylor fu il massimo alfiere degli anni settanta. Egli è, infatti, il prototipo del cantautorato crepuscolare, agrodolce, malinconico e dalle tinte pastello che tanta fortuna ebbe in quel decennio. In ciò fu aiutato da una vena compositiva felice, da una raffinata tecnica chitarristica improntata al finger picking e dauna voce nasale duttile e pastosa che veicola in modo molto efficace il piccolo mondo romantico (o tardo-romantico) che si muove nell'universo individualista e un po' trascendentalista dell' America di ieri e di oggi.

Nel 1971 Taylor lavorò con Dennis Wilson (dei the Beach Boys) nel film, Two-Lane Blacktop, che si rivelò un insuccesso. Sempre il 1971, però, vide l'uscita di Mud Slide Slim and the Blue Horizon, un altro album di classifica. Egli vinse un Grammy Award per la sua versione di You've Got a Friend, originariamente scritta da Carole King, che fu suo mentore, nonché partner sentimentale per breve tempo.

Nel 1972 Taylor ritornò con One Man Dog e sposò la collega cantante/aurtice Carly Simon il 3 di Novembre. L'album successivo, Walking Man del 1974 fu una delusione mentre il nuovo Gorilla, fu un successo anche per la presenza del singolo di successo "How Sweet It Is (To Be Loved by You", una cover del grande Marvin Gaye. Dopo In the Pocket , del 1976, fu pubblicato l'album greatest hits che includeva alcune versioni riarrangiate dei successi più vecchi. Questa realizzazione rimane ancora oggi l'album più venduto di questo autore.

Taylor and Simon ebbero due figli dal loro matrimonio, Ben and Sally. Tuttavia, a causa delle lunghe assenze di Taylor dovute alle tournee, la coppia entrò in crisi sino al rifiuto da parte dello stesso Taylor di accettare un ultimatum posto da Carly Simon sul passare più tempo con i bambini. Alla fine i due si separarono nel 1983.

Nel frattempo James Taylor aveva firmato un nuovo contratto con la Columbia Records e realizzato JT nel 1977, vincendo un altro Grammy Award per la Miglior Performance Vocale Pop, per "Handy Man".

Dopo aver collaborato con Art Garfunkel ed essersi brevemente dedicato a Broadway, Taylor si prese una pausa di due anni, per riapparire con un altro successo, l'album Flag. Taylor si è anche esibito per il concerto dei No Nukes al Madison Square Garden ed è apparso nell'album e nel filmato tratto dal live.

Nei primi anni '80 la carriera di Taylor non stava andando bene, con i suoi problemi di droga, il divorzio da Simon e diminuzione di popolarità de suoi lavori, ormai orientati verso un easy listening di classe, ma sempre portatori di quella vena solipsistica e agrodolce. Stava infati pensando di ritirarsi, dopo aver adempiuto all'ultimo obbligo contrattuale, il Rock In Rio 1985. Era previsto che salisse sul palco la stessa sera di Ozzy Osbourne, infatti si aspettava un pubblico ostile, ma fu molto sorpreso dall'accoglienza che gli riservarono i 250.000 spettatori. Ha in seguito dichiarato che quello è stato il momento in cui ha deciso di riprendere in mano la sua vita e al sua carriera.

Premi e riconoscimenti

Grammy Awards
Grammy Award per la migliore voce maschile, 1971, "You've Got a Friend"
Grammy Award per la migliore voce maschile, 1977, "Handy Man"
Grammy Award per il migliore album pop non strumentale, 1998, "Hourglass"

Altri riconoscimenti
Laurea honoris causa in musica presso il Berklee College of Music, Boston, 1995
Ammesso nella Rock and Roll Hall of Fame, 2000
Ammesso nella Songwriters Hall of Fame, 2000

Discografia
James Taylor (1968)
Sweet Baby James (1970)
James Taylor and the Original Flying Machine (1971) — registrato 1966–1967
Mud Slide Slim and the Blue Horizon (1971)
One Man Dog (1972)
Walking Man (1974)
Gorilla (1975)
In the Pocket (1976)
Greatest Hits (1976)
JT (1977)
Flag (1979)
Dad Loves His Work (1981)
That's Why I'm Here (1985)
Never Die Young (1988)
New Moon Shine (1991)
(LIVE) (1993)
(Best LIVE) (1994)
Hourglass (1997)
Greatest Hits Volume 2 (2000)
October Road (2002)
The Best of James Taylor (2003)
James Taylor: A Christmas Album (2004)